Le guide di Instagram. Cosa sono e a cosa servono

Tempo di lettura: 2 Minuti

In tempo di pandemia, si sa, ognuno aiuta come può. Quello delle Guide di Instagram ne è un notevole esempio. Il popolare social dedicato alla fotografia ha infatti introdotto una nuova sezione che ha lo scopo di aiutare gli utenti.

In che modo? Quali sono concretamente gli aiuti che con le sue Guide Instragram vuole offrire?

Prima di tutto va spiegato bene di cosa esattamente stiamo parlando. Si tratta di un’intera sezione che va appunto sotto il nome di Guide di Instagram e che racchiude contenuti riguardanti il benessere della persona. Consigli dunque per la salute psico-fisica e mentale: i cosiddetti wellness content.

Perché sono nate le Guide di Instagram

Le Guide di Instagram propongono suggerimenti su come prendersi cura di sè stessi in un momento storico particolare.

Le normali preoccupazioni della vita, in momenti eccezionali come quello che stiamo vivendo, possono trasformarsi facilmente. Da mere apprensioni possono diventare veri e propri tormenti. L’ansia, l’inquietudine ed il panico possono finire per compromettere seriamente le nostre vite più di quanto si possa immaginare.

Lo scopo della nascita delle Guide di Instagram dunque è questo, fornire un aiuto concreto in un momento in cui la gestione della propria vita non è semplice e scontata.

Nel post di presentazione delle guide sul sito ufficiale di Instagram si legge infatti:

 “Sappiamo che molte persone stanno lottando a causa della pandemia COVID-19, quindi stiamo concentrando le Guide sui contenuti del benessere”

E continua

“Permetteremo ai creatori di connettersi con organizzazioni esperte per condividere le risorse durante questo periodo, compresi i consigli su come prendersi cura del proprio benessere, mantenere la connessione con gli altri o gestire l’ansia e il dolore.”

Salute mentale e Covid-19

La crisi sanitaria ha dunque guidato gli sviluppatori nella creazione di questa nuova sezione. Una delle guide che spicca tra le altre infatti è proprio quella curata dalla Fondazione Americana per la prevenzione dei suicidi in collaborazione con la britannica Heads Toghether.  Il nome di questa guida è proprio “Salute mentale e Covid-19” e si propone di elargire consigli mirati per esternare i propri disagi e prendersi cura di sé.

Anche in un social network di intrattenimento insomma è possibile trovare facilmente informazioni affidabili ed ispirazioni per superare al meglio angosce e paure.

Il digitale al servizio dell’emergenza Coronavirus

Come abbiamo già visto nei mesi passati, tutto il mondo digitale ha lavorato nei propri ambiti di competenza per offrire al mondo un aiuto concreto in questa delicata fase.

Abbiamo visto come Google abbia fornito ai governi dati sul tracciamento degli spostamenti dei cittadini attraverso Maps.

Abbiamo parlato di come la rete si sia unita accogliendo la richiesta di ridurre temporaneamente il bitrate per permettere una maggior fluidità di connessione.

E ancora, ci siamo occupati della task force di esperti che con il governo ha lavorato per sfruttare big data e tecnologie nell’emergenza coronavirus.

Insomma il mondo digitale non si è lasciato pregare e ha apportato il proprio, indispensabile, contributo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.