La Strategia Social di Kaylen Ward

Accende i bollenti spiriti degli utenti di Instagram per spegnere le fiamme in Australia.

Ma chi è Kaylen Ward?

Keylen ha solamente 20 anni ed è una modella e influencer americana molto conosciuta nel web soprattutto per il suo  sensualissimo corpo.

La ragazza decide stavolta di utilizzare il suo corpo per vendere alcune sue foto nude per raccogliere soldi da destinare ai danni causati dai roghi di cui è stata ed è ancora protagonista, purtroppo, l’Australia da mesi.

Tali fondi avrebbero aiutato i soccorsi che stanno cercando di spegnere da giorni le fiamme australiane e che hanno provocato la morte di animali, persone e la distruzione di molte abitazioni.

The Naked Philanthropist” (questo il nickname di Kaylen sulla pagina social) infatti, aveva pubblicato sulla sua pagina un appello molto curioso.

La ragazza prometteva, a chiunque avesse inviato un minimo di dieci dollari ad una delle associazioni benefiche da lei indicate, di inviare ai benefattori una sua foto hot sui Direct di Instagram.

Gli enti da lei indicati nel post andavano dalla Croce Rossa al Rural Fire Service del Nuovo Galles del Sud e ad altre ong.

Intorno alle 22.00 del 3 gennaio dunque Kaylen posta una foto nuda censurata e indica ai suoi 30.000 follower i conti degli enti ai quale ha deciso di donare. 

Da questo momento l’iniziativa di Kaylen ha poche ore, ma raccoglie tanti tanti zeri nei conti Australiani.

Addirittura la sera stessa del 3 gennaio aveva raggiunto 7.000 $ e la mattina seguente la sua proposta divenuta ormai virale raggiunge 100.000 $. 

Ovviamente il suo porre foto senza veli su Instagram ha fatto in modo che il Social Network chiudesse la sua Pagina per violazione dell’account.

Secondo Instagram la modella, infatti, avrebbe violato i termini e le condizioni d’uso, avendo pubblicato contenuti dichiarati “sessualmente suggestivi“.

Pagina Instagram di Kaylen Ward

L’iniziativa dell’influencer ha fatto molto parlare, creando anche molte polemiche.

Basta fare un giro sui social e sul web in generale per accorgersi che, in realtà, molti nudi dell’influencer già girano da molto tempo e già portano nella sua vita privata ingenti proventi. E’ la stessa ragazza che ammette di vendere le sue foto di nudo per pagarsi qualche bolletta.

L’iniziativa della Ward ha sicuramente portato benefici reali alla Causa Australiana per un ammontare di 700.000 $ ma ha anche portato benefici all’immagine stessa dell’influencer che ormai è conosciuta in tutto il Mondo.

Dobbiamo dunque considerare l’atto della Biondina Americana una strategia d’immagine o dobbiamo pensare, come ha commentato un utente sotto il nudo censurato della Ward, che: “Non tutti gli eroi indossano mantelli”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.