Ordinate da Mc Donald’s: l’appello di Burger King

No, non avete letto male e no, non è un refuso di stampa. Burger King, la famosa catena di fast food, ha davvero fatto questo strano appello.

Da consumatori siamo abituati ad assistere alle battaglie, a volte al limite della leale concorrenza, tra le aziende che competono per il primo posto sul podio. Ebbene, in un periodo storico in cui le nostre certezze vacillano continuamente, se nulla è più come prima, anche questo ambito non fa eccezione.

Il fatto

Con un tweet Burger King ribalta le regole della concorrenza tra competitor.

Qualche giorno fa sul profilo Twitter di Burger King UK è comparso un messaggio sotto forma di appello che non è passato inosservato. Sta anzi facendo il giro del mondo raccogliendo molteplici apprezzamenti.

“Non avremmo mai pensato di chiedervelo, ma i ristoranti che danno un’ occupazione a migliaia di lavoratori hanno bisogno del vostro supporto. Perciò, se volete aiutare continuate a coccolarvi con cibi deliziosi usando il delivery, il take away o il drive through”

E con ironia conclude:

“Mangiare un Whopper è meglio, ma ordinare un Big Mac, a volte, non è poi così male.”

L’invito dunque non è quello solito di scegliere i propri prodotti al posto di quelli della concorrenza, ma di dare una mano all’intero settore del food.

La situazione del settore

Come sappiamo, tra le attività più penalizzate dalla crisi sanitaria del Covid-19, ci sono quelle ristorative. E sono anche quelle, come sottolinea Burger King, che impiegano un altissimo numero di lavoratori. Ad oggi, date le misure restrittive che ogni Paese ha adottato per contrastare la pandemia, non è più permessa la libera consumazione nei ristoranti. Orari ridotti, numero limitato dei clienti ammessi nei locali e spese per la sanificazione degli ambienti. Questi gli ostacoli che stanno letteralmente mettendo in ginocchio il settore.

L’unica salvezza per molte di queste attività risiede nelle modalità alternative di consumo. Il take away, ma soprattutto il delivery. I ristoranti più attenti hanno infatti attivato sistemi di delivery dei propri menù, cercando così di contrastare la crisi. E qui il digitale si è dimostrato e si dimostra ancora una volta un valido e concreto aiuto per il superamento dell’emergenza.

Cosa c’è dietro quel tweet

È impossibile non domandarsi cosa realmente si nasconda dietro questo tipo di messaggio. Qualcuno potrebbe anche pensare ad una manovra di marketing studiata ad hoc per stupire e entrare nelle grazie dei consumatori. Ciò che è innegabile è che una buona fetta di utenti è stata colpita emotivamente dal messaggio positivo.

Dal canto nostro, quello che crediamo si celi davvero dietro questo appello è qualcosa che non siamo abituati a vedere in questo ambito. Solidarietà, unione e resilienza. Un esempio quello di Burger King che crediamo dovrebbero seguire tutte le attività di tutti i settori.

Nello spietato mondo del business è arrivato il momento del sostegno reciproco. Tornerà, ci auguriamo presto, il tempo delle sfide a colpi di trovate pubblicitarie, per il momento allearsi sembra essere un’ottima arma. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.