Google ADS: come funzionano le campagne ricerca e le campagne display

Google Ads: come funziona

Fai una ricerca su Google e “stranamente” sul risultato di ricerca che vorresti aprire, perchè probabilmente è quello che stai cercando, vi è la scritta “Annuncio”.

E sempre “stranamente” è il primo che visualizzi.

No, noi di degg non siamo maghi o veggenti!

Sappiamo Come funziona Google Ads !

Dopo avervi raccontato che tipologie di Campagna puoi fare su Google e quale si addice di più al tuo Business, oggi vedremo insieme le due campagne più famose e forse più semplici di Google Ads.

Le Campagne Ricerca e le Campagne Display infatti sono i punti di forza di Google Ads.

LA CAMPAGNA RICERCA

Chi non ha mai visto un annuncio a pagamento in Google? Uno dei punti di forza di Google Ads è sicuramente quello di poter organizzare, con un dispendio di energie minimo, un’attività adv tra i risultati di ricerca organici del motore di ricerca.

Come Funziona

Una campagna ricerca ha come principali opzioni di targeting le parole chiave. 

Attraverso la scelta accurata di parole chiave rendiamo la nostra campagna in grado di combaciare con tutte le effettive ricerche che gli utenti potrebbero effettuare, mostrando loro un annuncio di solo testo.

Possiamo orientare la nostra campagna affinché mostri annunci soltanto a un preciso insieme di query, ignorando tutte le altre. 

Naturalmente, una campagna potrà fare uso di più keyword, gestite in uno o più gruppi, secondo le esigenze dell’architettura che abbiamo in mente di costruire.

Una campagna ricerca, è bene sottolinearlo, punta a intercettare utenti consapevoli del problema che vogliono risolvere o, al più, volenterosi di approfondire un tema andando alla ricerca di informazioni utili. 

Tali campagne sono scelte in tutti quei casi in cui il tuo pubblico già conosce o in qualche modo padroneggia il lessico necessario per fare il primo passo verso il tuo prodotto o servizio.

Campagna Ricerca: gli annunci

L’annuncio di tale campagna, come abbiamo detto, è composto da solo testo.

Nello specifico è composto da fino a tre titoli (di massimo 30 caratteri ciascuno) e due descrizioni (di massimo 90 caratteri ciascuna). 

Di recente introduzione sono gli annunci adattabili per la rete ricerca, che permettono di gestire più titoli e descrizioni. Una volta caricati questi “asset” per l’annuncio, la piattaforma procederà autonomamente a trovare la combinazione migliore per raggiungere i risultati desiderati.

Google consiglia di disporre in ciascun gruppo di annunci di almeno due annunci di testo standard e uno adattabile, in modo da poter ragionare su diverse varianti, osservando la distribuzione dei risultati.

LA CAMPAGNA DISPLAY

Come Funziona

Una campagna display ci permette invece di andare a intercettare utenti che ancora non si sono necessariamente attivati per risolvere il loro problema, ma fanno parte di un’audience potenziale.

Attraverso una campagna display possiamo mostrare annunci illustrati (banner) su siti di terze parti. In questo caso le opzioni di targeting si moltiplicano per offrirci le sfumature necessarie a mostrare il banner giusto, alla persona giusta, nel contesto migliore.

Le opzioni di targeting a disposizione spaziano tra:

  • Segmenti di pubblico
  • Argomenti
  • Parole chiave
  • Posizionamenti
  • Dati demografici

Campagna Display: gli annunci

Gli annunci disponibili per la rete display sono di due tipi:

  • caricati
  • adattabili

Attraverso i primi annunci carichiamo semplicemente materiale grafico secondo i requisiti della piattaforma (dimensione, formato e peso del file). È necessario prevedere in questi casi tutti i formati e le dimensioni necessarie a combaciare con i posizionamenti disponibili. Nel caso mancasse uno dei formati necessari a mostrare un annuncio, l’annuncio semplicemente non sarà erogato.

Attraverso gli annunci adattabili, in modo simile a quanto già accade per la rete ricerca, carichiamo degli “asset”. Immagini, video, titoli e descrizioni e lasciamo che sia la piattaforma a trovare la combinazione migliore per adattare il messaggio al contesto e allo spazio disponibile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.