Google My Business: 4 consigli per un uso corretto

google my business
Tempo di lettura: 2 Minuti

Uno strumento gratuito messo a disposizione di tutte le attività. Google My Business offre uno slancio importante per le aziende su Google Search e Maps.

Il pannello fornisce ai clienti tutte le informazioni di cui hanno bisogno per rimanere in contatto con la tua attività. Inoltre un’unica dashboard permette di monitorare le varie interazioni con la tua pagina web.

Pur essendo il primo contatto che i clienti trovano sul motore di ricerca, in molti sottovalutano le potenzialità di Google My Business. I profili sono spesso incompleti e non ottimizzati al meglio. 

Scopriamo insieme come rendere efficace il proprio account con i nostri 4 consigli per un uso corretto di Google My Business.

1. Informazioni complete, corrette e coerenti

Inserire più informazioni corrette possibili è il primo passo per avere un profilo di Google My Business professionale. L’aggiunta di contatti e siti web consente di agevolare la conversione dell’utente  in lead. Tuttavia questi dati devono essere coerenti per evitare eventuali penalizzazioni da parte di Google.

La categoria è molto importante ed è possibile selezionarne più di una. Si tratta di uno dei parametri principali che Google utilizza per filtrare i profili My Business.

Il nostro consiglio è utilizzare parole chiave strategiche per il titolo e per la descrizione della propria attività.

2. L’importanza delle recensioni

Trasmettere fiducia è fondamentale per un’azienda. Noi di Degg lo sappiamo bene, è in linea con la nostra strategia. E quale miglior modo se non utilizzando i pareri dei clienti che hanno già sperimentato i nostri servizi?

Le recensioni sono importantissime su Google My Business. Uno degli strumenti principali su cui la gente fa affidamento. Chiedere la collaborazione dei clienti nel rilasciare commenti e recensioni può rappresentare un grande aiuto.

È altrettanto necessario saper rispondere sia alle critiche che ai complimenti. Questo fa davvero la differenza!

3. Anche l’occhio vuole la sua parte

Gli elementi grafici forniscono una prima idea sull’attività. Sicuramente avere a disposizione immagini di alta qualità, sempre aggiornate e strettamente collegate all’azienda è un vantaggio non da poco.

Bisognerebbe inoltre rinominare i files caricati e inserire tag inerenti alla categoria del profilo. Sottolineiamo l’importanza di seguire le linee guida  fornite da Google My Business.

4. Call to action

I post ti permettono di rimanere in contatto con il tuo pubblico, così da poter comunicare qualsiasi aggiornamento in tempo reale. Puoi promuovere eventi, offerte o prodotti e ti permettono di concludere con una call to action. Le opzioni disponibili sono: prenota, acquista, ulteriori informazioni, acquista, ordina online, chiama ora. 

È importante ricordare che i post rimangono una sola settimana sul pannello di Google My Business, successivamente rimarranno nella cronologia dei post. Vanno quindi sfruttati secondo precise strategie.

Google My Business rappresenta un primo importantissimo passo per l’innovazione digitale di ogni azienda.